Il Corso per Certificatore Energetico

La certificazione energetica è un tema di forte attualità ed offre numerose opportunità professionali.

Con il decreto ministeriale del 26 giugno 2015 si hanno nuove regole che sostituiscono quelle fissate dal D.P.R. n. 59/2009 sulla prestazione energetica edilizia. In particolare, il decreto aggiorna le direttive del DL n. 63/2013 sul concetto di edificio a energia quasi zero e fissa nuovi standard energetici minimi. Introduce, altresì, novità sui servizi energetici ai fini del calcolo della prestazione energetica ed anticipa contenuti e format del nuovo APE (Attestato di Prestazione Energetica) degli edifici.

Ma in cosa consiste l’attività del Certificatore Energetico?
È una professione che si può fare seguendo un apposito corso. Dopo aver seguito il corso e superato il relativo esame finale, è necessario iscriversi all'”Albo certificatori energetici“. Il certificatore energetico degli edifici può essere:
- un libero professionista;
- un dipendente pubblico o di organismi del settore energia o edilizia;
- un dipendente di organismi pubblici o privati di ispezione nei settori: costruzioni edili, ingegneria civili e di impiantistica che siano accreditati presso l’organismo italiano o europeo;
- un dipendente di società che eroga servizi energetici.
Il certificatore energetico deve essere iscritto ad un ordine o collegio professionale ed essere abilitato alla progettazione di edifici ed impianti asserviti agli edifici stessi.
Nello specifico, iI certificatore energetico elabora una diagnosi energetica degli immobili, valutando una serie di aspetti. Dopo aver rilevato informazioni sui principali impianti di un edificio, come quello di produzione di acqua sanitaria e il sistema di riscaldamento e/o raffreddamento, e sulla sua struttura, il certificatore energetico effettua una stima del fabbisogno energetico dell’edificio stesso e dell’emissione di agenti inquinanti. Infine indica i possibili interventi che possono contribuire a produrre risparmio energetico. Tutte queste informazioni vengono raccolte all’interno dell’APE, l’ Attestato di Prestazione Energetica.

Il Certificatore Energetico è quindi un soggetto abilitato e iscritto ad un albo dei certificatori organizzato e normato dalle leggi attuative regionali. La legge guida nazionale prevede che il certificatore sia un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed impianti. Il certificatore energetico deve essere un soggetto terzo, ovvero non può avere conflitto di interesse con il proprietario, con il progettista o il direttore dei lavori e con i produttori dei materiali o dei componenti incorporati nell’edificio.
Diverse le responsabilità in capo al Certificatore Energetico: responsabilità civile, amministrativa e penale. Il Certificatore è sottoposto a controllo da parte degli enti preposti e a conseguenti sanzioni nel caso in cui le certificazioni vengano emesse senza il rispetto dei criteri delle leggi vigenti. Le sanzioni diventano più gravi nel caso in cui i documenti siano non veritieri.

Per questo ICOTEA, sempre attenta a proporre una formazione occupazionale con sbocchi concreti nel mondo del lavoro, eroga il Corso online Certificatore Energetico degli Edifici che consente di ottenere la qualifica di certificatore energetico secondo quanto stabilito dal DPR 75/2013.

Per qualsiasi informazione, è possibile inviare una mail a icotea@icotea.it o andare sul sito www.icotea.it.

Corsi che ti potrebbero interessare...