L2: apprendere la seconda lingua dove essa è la prima

L2 è la seconda lingua. Ma questa definizione non è sufficiente. L2 è la seconda lingua che si apprende nel paese d’origine dei parlanti madrelingua. E’ l’italiano che si insegna e che apprendono gli immigrati nel nostro paese.

La lingua straniera, invece, nella definizione dei linguisti, è una lingua non materna che si apprende nel proprio paese, come ad esempio l’inglese che gli italiani apprendono nelle scuole del proprio paese.

Nel caso della L2 il discente è costretto ad immergersi totalmente in essa. Infatti, anche fuori dalle lezioni, egli si trova a doverla usare nella vita reale, in contesti di vita quotidiana propri del paese nel quale si trova. E ciò spesso accade in modo vario, spontaneo e poco controllabile da parte del docente.

Docenti e discenti, però, nelle funzioni rispettivamente dell’insegnamento e dell’apprendimento di una L2, fruiscono di un vantaggio, quello di comunicare su cose reali, di scambiarsi domande e risposte che riguardano le esigenze concrete della vita di tutti i giorni: ‘‘ da dove vieni? ’’ ‘‘ che lavoro fai? ’’ ‘‘ come ti sei organizzato per il vitto e per l’alloggio o la permanenza in Italia? ’’ e così via.

Per tali motivi è più facile insegnare ed apprendere un lessico di base, concreto, utile ed efficace. Ed anche le costruzioni sintattiche più richieste dalle necessità ricorrenti.

 

Sulla base di tali premesse, Icotea ha predisposto un Master online Insegnare l’Italiano agli stranieri L2 , che fornisce tutte le competenze necessarie in un settore attualmente di grande interesse sociale.

 

Icotea si prefigge di insegnare ad insegnare l’italiano L2 secondo progetti didattici da svolgere in collaborazione o alle dipendenze di Istituzioni, Cooperative, Associazioni pubbliche e private in Italia e all’Estero.

Il Master Italiano L2 è un percorso formativo di primo livello della durata di 12 mesi, monte ore 1800, che punta a formare personale specializzato nell’insegnamento dell’Italiano Lingua Seconda/ Lingua straniera in Italia e all’Estero.

Il master risponde ai bisogni linguistici di differenti tipi di pubblico: adulti, adolescenti e bambini immigrati, comunità italiane all’estero, studenti in mobilità.

La presenza di stranieri nel territorio nazionale cresce ogni giorno di più, è’ necessaria quindi una formazione specifica per soddisfare le diverse esigenze di tipo comunicativo/sociale/didattico/educativo. Tale formazione non riguarda soltanto gli insegnanti, ma anche i mediatori culturali e i mediatori linguistici.

La formazione deve essere “a tutto campo”, concernente gli aspetti linguistici, comunicativi e interculturali.

 

Il Master Online Insegnare Italiano a Stranieri – L2 tenuto dai docenti ICOTEA gode di agevolazioni economiche molto interessanti: sono previsti infatti finanziamenti parziali dalla Comunità Europea attraverso un Voucher Formativo, ed è possibile dilazionare il pagamento in comode rate: una prima quota da versare al momento dell'iscrizione (249,00 €), mentre il saldo (400,00 €) è integrato entro 12 mesi dalla data d'iscrizione, senza alcun costo aggiuntivo.

In tal modo il costo complessivo ammonterà ad euro 649,00 e non ad euro 999,00, come sarebbe senza la fruizione del Voucher.

Ma per potersi avvalere di tale agevolazione è indispensabile iscriversi al corso entro e non oltre il 30 novembre 2017.

 

ICOTEA è un Istituto Formativo del settore Scuola accreditato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) ai sensi della Direttiva 170/16 Codice Esercente ZAIXV.

Il Voucher Formativo Finanziato è compatibile con la Carta del Docente che è una carta elettronica istituita dal MIUR per l’aggiornamento e la formazione dei docenti di ruolo, con un importo nominale di euro 500 annui per ciascun anno scolastico.

Di conseguenza l’importo di euro 500,00 sarà coperto dalla Carta del Docente . In tal modo, godendo delle due agevolazioni, Voucher e Carta del Docente, i docenti di ruolo spenderanno solo 149,00 euro per partecipare al Master Icotea L2.

Poiché ICOTEA è un soggetto accreditato e qualificato per la formazione del personale scuola, frequentandone il Master è possibile ottenere, da parte della Pubblica Amministrazione, il riconoscimento dell’esonero dal servizio, nei limiti previsti dalla normativa vigente, per attività di formazione, aggiornamento e qualificazione professionale.